domenica 16 settembre 2007

Diario allenamenti 34.

Ogni volta che voglio ambire a fare allenamenti più intensi per preparare una maratona, inevitabilmente inizia un periodo in cui si va alla ricerca della cura dei più piccoli particolari, tutto deve essere preciso e finalizzato a quei benedetti 42 km e rotti. Per questo motivo ne ho preparate poche e con scarsi risultati, troppo impegno e alla fine il divertimento della corsa viene accantonato. Oggi volevo fare almeno 24-25 km e devo dire che le gambe, nonostante l'ora di ieri con Fausto, rispondevano bene. Vado a Tor Vergata e arrivo a Cinecittà, vorrei arrivare al Parco Lemonia ma qualcosa mi dice che è meglio rientrare, torno verso la macchina così se sono troppo stanco posso finire tranquillo. Presentimenti che hanno un fondo di verità, passata l'ora comincio a sentire la testa che gira un pò e lo stomaco che bolle, mi è successo altre volte ma quando devi fare 2 ore e mezza è la fine. Arrivo alla macchina con le gambe che stanno bene ma il resto è da buttare, sono svuotato di energie e ringrazio l'idea di non essermi allontanato troppo. Forse il nervosismo di fare allenamenti troppo impegnativi mi ha fatto un brutto scherzo, non ci voglio pensare, oggi mi gusto questa ora e mezza che comunque non è da buttare e domani si vedrà. Questa settimana sono tornato a fare 4 allenamenti dopo 3 settimane in cui ne avevo fatti 3, tutto sommato sto bene e non mi preoccupo più di tanto. Ci sono sempre dei momenti così, quando corri una giornata storta può sempre capitare, sta a te a non farti prendere dallo scoramento e guardare oltre. Per questo motivo ho scelto la foto sopra, la palude del nostro sforzo, del nostro sacrificio che a volte può rimanere impantanato da mille contrattempi, ma là in fondo l'arcobaleno ti indica il percorso da fare per uscirne fuori. Ti fa capire la fortuna di poter esserci in mezzo a questa palude e che ne puoi sempre uscire con la forza delle tue gambe e della mente. Oggi c'è stato uno Stop..ma da domani..Go!!!..vero?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Più che una palude dovevi pubblicare la foto di un tunnel che ancora ce stai dentro.Per questa volta non hai vinto ma dammi retta vieni in collina c'è il vino buono!

Andrea ha detto...

Dai magari la settimana prossima potremmo correre un po' di km insieme. Ancora non ho capito se riuscirò a preparare questa benedetta maratona di Firenze.
MAgari in due ci si convince reciprocamente.
Ciao carissimo.

PS: Per la foto non andava bene nessuna delle due ipotesi. Ero solo contento che avessi usato una nostra foto. Si vede che era bella. In fondo il nostro blog era nato per questo. Ciao mitico