domenica 14 settembre 2008

12x1 h , vecchi amici e cose serie.



Copertina d'obbligo al mio amico Francesco, abbiamo abitato assieme per tre anni e mezzo ,dividendo l'appartamento da scapoli in via Boccea. Un sacco di cose ci uniscono ed erano 9 anni che non ci vedevamo, rincontrarlo è stato molto bello, certe amicizie non hanno fine e mi rendo conto che posso dire ciò di tante persone, passano gli anni ma rincontrarsi è sempre un emozione e per me ieri è stata una grande gioia.


Ciao Frangè e mò quando ci rivediamo..tra altri 9 anni?





Non sto per niente bene ma ieri ho corso comunque la mia terza gara in 20 giorni, la voglia di esserci è troppo forte e il malanno ,forse, non è strettamente legato alla corsa. Dice Marco che faremo un check-up reumatologico, faremo sapere gli sviluppi.


Sono orgoglioso della mia gara, siamo una società di 130 atleti e io ho fatto parte dei 24 che ieri erano in pista, malandato, sbeffeggiato, ci rido pure io ..tranquilli, ma comunque voglioso di stare lì. E' stata una festa del podismo laziale, 79 squadre a correre tutto il giorno assieme, ad incitarsi, a ridere e sudare.

Stonava l'assenza di qualche società, ci saranno sempre giustificazioni ma come dice il saggio..due indizi fanno una prova.. fare la morale agli altri e poi "bucare" e "snobbare" certi eventi non dà una buona immagine di sè. Ieri molti commentavano questi fantasmi ma non sta a noi giudicare, ognuno ha la propria strategia.


Per quanto mi riguarda, corro da venti giorni, sono fuori forma, fuori di testa e fuori dalla bilancia..quello che ho fatto ieri non fa testo, non è il mio standard, ho corso per allenarmi e comunque sono contento dei miei 11.743 metri, dalla disperazione di questa estate verso un pò di luce settembrina.


L'anno passato era andata meglio, leggetevi il post dell'epoca, ma ora sto facendo un pò di chiarezza dentro di me. Ho sempre dichiarato che non sento la Maratona come la mia gara, ho stima di tutti e di tutto ma non la reputo una distanza che mi dà soddisfazione, troppi sacrifici e troppe incognite, in parole povere non ci sono proprio portato.


Quindi niente Firenze, il malanno è ancora persistente e non voglio, probabilmente non posso, permettermi di aggravarlo facendolo diventare qualcosa di più serio e comunque in queste condizioni non riesco a fare una preparazione degna.


"Artrosi" permettendo, voglio puntare a preparare dei bei 10 km, voglio tornare all'antico e cercare di capire perchè un Giampy che correva la Mezza in 1h20 ora non riesce a fare neanche 5 km a 4'. Certo ci sono gli anni di mezzo, ma questi continuano a passare, il peso non è quello che era una volta, ma la domanda è:perchè gli altri possono e io no?


Ieri vedevo questi ragazzi di 50 anni che correvano a 4' , Angelo è una forza della natura con la sua corsa sotto i 3'40, Gian Carlo è un piacere vederlo correre, non sbuffa mai, mai un capello fuori posto, voglio essere come loro!!!


Presunzione, sì!, chiamatela come vi pare, ma era pure presunzione quella di correre la Maratona senza allenamento o di farla dopo mesi e mesi di notti, ora la mia presunzione si chiama 4' al Kilometro e sarò tanto più presuntuoso quanto più riuscirò a fare kilometri a quel ritmo.

Ora vado a preparare una bella tabella, poi vi farò sapere e comunque una tappa d'obbligo sarà il 5000 di Ladispoli del 23 Novembre, l'anno passato ci andai da solo e fui preso in giro da tutti e feci un bel 20'06 senza preparazione, quest'anno ci riandrò da solo..squadra che vince non si cambia!!!


Infine una citazione per GianCarlo, ieri è venuto a Caracalla alle 10 per salutarmi e incitarmi ai miei passaggi, mi colpisce di lui la sua battuta pronta e intelligente, non è mai banale.. e poi è uno spettacolo vedere come si prepara alla gara, concentrato, precisino..nientè è fuori posto, neanche un capello, maglietta stiratissima e calzino rigido.. un vero Top Runner..complimenti!!

7 commenti:

R. Davide ha detto...

Come partenza ci sei! Questo è il giusto spirito!

Mathias ha detto...

capo, datti un pò alla velocità..fai bene, il tuo passato atletico gioca favore. Se ti ci metti d'impegno potrai tornare a velocità accettabili. La lunga distanza comunque è come una sirena..ora fai finta di non ascoltarla, ma prima o poi ti rapirò di nuovo..

Mathias ha detto...

non io ti rapirò..la lunga distanza

GIAN CARLO ha detto...

Io non sono un latinista, ma tu si...proviamo partendo al contrario che in corpo sano anche mens è sana e soprattutto creativa.
Se ti rimetti fisicamente e ci cominci a credere puoi tornare a viaggiare a 4 al km(anche sotto).

giampiero ha detto...

@Davide..grazie..ma tu vuoi essere il 61° Blogtrotters? Fammi sapere
@Mathias..non cominciare ,se dico basta è basta!!!..per ora, magari a 60 anni da pensionato ci ripenso..occhio a parlare di rapimenti ..vip come sei in quella terra rischi..
@GianCarlo..grazie!! Finalmente qualcuno che crede in me in termini di diecimilista, solo Roberto Pippan mi ha dato questa fiducia, cercherò di darvi ragione

Cristian ha detto...

Dai Giampiero a parlare così mi sembri il Lanfree, io lo scorso anno correvo a 3'45'' ora faccio fatica a tenere i 4'05'', non credo sia l'età ma bensì altri fattori come ad esempio aver scelto di fare un periodo in bici... per il calo anagrafico penso ci sia ancora qualcosa da dire per noi, giusto?

Francarun ha detto...

Giampy la salute è la prima cosa da mettere avanti a tutto e tutti !
L'importante è che tu possa fare almeno quello che ti piace di più, e se la maratona non è la tua passione, che te frega, tu corri, corri, come vuoi, ma non dimenticare la salute.
se non puoi correre più come prima che te frega, basta che tu corra..
Che te trega di andare a 4 al km, tu corri e basta, e soprattutto continua a frequentare tutti quei tuoi bellissimi amici, il resto che te frega !