sabato 6 settembre 2008

Vado a Sanremo



Sto chiudendo la porta di casa di mio fratello, lui è già scappato, destinazione Sanremo. Mi sono deciso a correre una tappa della Gazzettarun che si correrà stasera alle 20. Dieci kilometri da fare senza impegno, correre per correre per dimenticare che sono tutto un acciacco. Ieri con Fabry ci siamo divertiti con la carrozzella che vedete e che ha un qualcosa di sinistro e presagico, si dice così no? Il ginocchio continua a darmi fastidio, tornato a Roma approfondirò con altre analisi, ora basta. Ma intanto Firenze si allontana, in queste condizioni è improponibile, ma aspettiamo ancora un pò.

L'ultima volta che sono stato da Ale a Ventimiglia mi ha accolto così, un plateau des huitres, lo champagne non lo ricordo ma secondo me c'era pure quello. Stasera mi rivedrò con lui e dormiremo a casa sua, domani pranzetto e ritorno a casa.

Era il Festival di Sanremo dell'anno passato quando ci siamo visti ed un giorno venne a trovarci anche Fabry. Era il coronamento di un sogno lavorare all'Ariston al Festival, partivamo da ragazzi per andare lì davanti a vedere tutto lo star system che si agitava, i Duran Duran e altri. Una volta con Fabry e Simone riuscimmo a salire sul palco alla fine del Festival e andammo pure alla conferenza stampa dei Pooh. Un sogno dicevo, che si frantumò dopo poco quando una bella litigata con un collega brontolone e stressato mi fece girare tutto storto. Acqua passata, oggi vado a divertirmi..gara a parte..

5 commenti:

Alvin ha detto...

Bravo Giampy, con le carrozzelle non si scherza, a veder la gente sana seduta li, mi fa venir la pelle d'oca, quel "firenze si allontana" mi sto convincendo che non l'ho letto...abbuffati di ostriche, stammi bene!!!

Francarun ha detto...

Divertiti Giampy...però potevi venire anche a Bolognaaaa !!!!!
Ciao !

ugo ha detto...

Giampy,sono mesi che non scrivo,sono irritato ed un pò stanco di tuffarmi nei problemi di altri.
Già perchè c'è sempre qualcuno che ha una brutta storia da raccontare di sè o qualche sfortuna con la quale fare il saldo in tempi migliori,o ancora qualche nemico nascosto nel cassetto pronto a giustificare goffe approssimazioni da riferire solo a se stessi.
Tu sei una grande persona,io lo so perchè ti conosco da vicino e gli altri lo capiscono per quello che scrivi per gli altri ma quando parli di te mi sembra di vedere la fotocopia del fratello sfigato di fantozzi,quello che oltre tutto nessuno conosce.
Ha ragione Fabio Volo quando dice: "che noi non viviamo di ciò che il destino ci riserva ma di come reagiamo a ciò che il destino ci propone".
Sono 40 giorni che non corro ed il mio....Achille sembra essere sul punto di rompersi,è vero ho finito per fare la comparsa alla 50 Km del Gran Sasso e forse qualche volta non è che renda molto "rilanciare" al destino ma con l'achille che tu hai visto ho fatto i km che sai nell'ultimo anno e se avessi accettato passivamente.......dai Giampy, il sogno più bello deve ancora venire e noi dobbiamo solo " corrergli " dietro!

GIAN CARLO ha detto...

Battuta scontata...puoi sempre darti al canto.
Io dopo la 10ima ostrica mi viene la nausea...anche se le trovo straordinarie.

giampiero ha detto...

@Alvin..hai ragione, infatti ero indeciso se metterla questa foto, ma è solo uno scherzo, sappiamo che chi soffre sono altri e noi siamo più che fortunati.
@Ugo..bentornato! è dal giorno della speta che non ci vediamo nè sentiamo, staccare la spina serve per ricaricarsi, noi siamo acciaccati ma in questo momento possiamo essere utili agli altri, anche se..
@Gian carlo..le ostriche si mangiano a dozzine, io mi stufo sì..ma alla decima dozzina!!