giovedì 31 luglio 2008

Barcollo ma non mollo!!


Oggi mi sono alzato senza dolori, ho fatto un fango di argilla e il dolore è tornato, ma è normale, infatti dopo una bella doccia il dolore al ginocchio è scomparso. Verso le 3 sono andato in Villa con mia figlia Fede, un 'ora in bici all'ombra del parco e poi via a casa a tagliare le siepi. Tagliare è riduttivo, le voglio sradicare e al posto del lauro ceraso voglio mettere il finto gelsomino, in modo da recuperare quasi venti metri quadrati di spazio e godermi meglio questo spazio.
Alle sette scendo a Tor Vergata e mi faccio 6 km incrementando del 20 per cento i 5 dell'altro ieri e gli ultimi 2 li ho fatti sotto i 5'30, meglio della media di 6' di martedì. Ora sto meglio ma vado a letto prima che il ginocchio , la gamba e la caviglia rompano... barcollo ma non mollo!!!

8 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Ciao Giampiero, mi sembra un post da interpretare positivamente.
Di solito quando si esce da un infortunio qualcosa fa male sempre.
Bisogna correrci sopra con molta attenzione per capire quanto è paura e quanto ancora è residuo(pericoloso) del danno. Mi sembra comunque che lo stai affrontando bene.
Spero che le prossime notizie mi diranno di luce in fondo al tunnel

Francarun ha detto...

Benissimo Giampy, ora piano piano senza furia, ti rimetti a modo, e torni come prima, meglio di prima!
PS: sai a chi somigli nella foto ?
SIMONCELLI quello che corre in moto !!!!
:-D

Cristina ha detto...

Dai Giampiero lo spirito è quello giusto!!! Appena ritorno dalla mia brevissima vacanza torno a vedere come stai.

Ciao ciao

Bacchini Fabio ha detto...

Giampiero, mollare è una parola che noi runner non conosciamo. La Franca ha ragione, sei uguale a Simoncelli (mio compaesano...)

Michele ha detto...

Questa è una domanda che mi sono sempre fatto nella mia breve carriera di runner: prima o poi arriva l'infortunio e leggo di imprese titaniche tipo correre con dolorini ecc ecc e non mollare mai.Stare fermi è difficile come smettere di fumare ? :)

Marco ha detto...

Forza Giampiero!!! anch'io (spero) sto uscendo da un risentimento al tallone d'Achille e stare fermi e' proprio dura...
Forza e coraggio!

giampiero ha detto...

Il riposo dovrebbe essere il metodo migliore per guarire, a parte che devo ancora capire cosa ho veramente. Comunque stare fermi è terribile, ma non perchè non gareggi, perdi l'allenamento ecc, a quello si recupera sempre. Ma perchè ti manca una cosa tua che ormai fa parte di te, la corsa regola tanti equilibri tuoi che solo non correndo ti accorgi quanto sia importante per farti vivere in un certo modo.
Comunque..agosto, corsa mia non ti conosco!!! Fa troppo caldo per fare gli eroi e si rischia che si peggiori tutto. Ciao e grazie a tutti.

Furio ha detto...

Forza ragazzaccio ! ;)