mercoledì 11 luglio 2007

Diario allenamenti 24.

Oggi il mio allenamento è stato messo a dura prova e in discussione da una delle persone della Running Evolution che ammiro di più. La persona che mi ha fatto vedere da vicino come la forza della mente possa portare un uomo a sopportare fatiche disumane come quella di correre per 100 km di seguito. Non fate caso alle nostre scaramucce sui vari blog, sono tutte finte per attirare l'attenzione vostra, tra noi c'è un grande affetto e una stima reciproca e niente e nulla ce la potrà far venire meno. Insomma questa sera dovevo fare un bell'interval training con Angelo in vista della gara di domenica, pensavo di fare al posto delle variazioni 8-10x400 con recupero a passo. Invece nel tardo pomeriggio mi sento con Ugo e viene pure lui..in compagnia di.. Lady Nutella, non ci posso credere di avere ospiti di riguardo a casa mia. C'è pure Ezio webmaster e inutilmente cerco di fare la foto perchè la macchina di mia figlia ha le pile scariche. Allora cambio allenamento e dico che si potrebbe fare un bel fartlek, ognuno potrebbe tirare un allungo a sensazione sua e fare una decina di variazioni in totale. Silenzio, nessuno se la sente di prendersi questa responsabilità tantomeno Maestro One che da buon ospite non mette naso. Allora dopo 20' di lenta prendo in mano le redini dell'allenamento e faccio partire la giostra, via su e giù per il prato con variazioni in salita, salita e discesa, corte medie e lunghe. Totale 25' minuti di lavoro mozzafiato con Ezio che ancora risente della domenica al vivaro che ci abbandona poco dopo e con Angelo che, ciarliero le altre volte, non profferisce parola e arranca negli allunghi. Lady Nutella rimane un poco dietro ma non molla mai e svolge tutto l'allenamento, Ugo zitto non si risparmia ed in salita allunga la gamba come non l'ho mai visto. E' stato per me un bell'allenamento per la compagnia , per l'impegno e sopratutto per l'esame a cui sono stato sottoposto; ebbene sì, il silenzio di Ugo era un ammonimento a dare il meglio di me nel condurre il gruppo ed ogni mio gesto era finalizzato alla sua approvazione. Questo per ribadire che abbiamo tutti da imparare,io per primo, e che ogni piccolo consiglio può essere un grande contributo per vedere il mondo con altri occhi. Grazie Ugo, ancora una volta devo dirti...
Ti voglio bene.Ciao a tutti.

3 commenti:

ugo ha detto...

Maestro one a scuola dal maestro Giampy(Varenne)in quel di Tor Vergata.
Si signori pare impossibile ma ho abbandonato le colline, vigneti e boschi intorno casa per migrare nelle piane assolate e paludose e maleodoranti della bassa frascatana.
Mi sono lasciato convincere dal titolato della Running ad abbandonare il mio rifugio tranquillo e rassicurante fatto di pendenze al 20%,di boschi ossigenati e di rumori molesti di vento ed uccellini per confrontarmi con la corsa vera ,quella che si spinge ad agitare il vento nei capelli,che taglia il respiro e che uniforma il ritmo delle gambe a quello del cuore.
Avrei corso intorno casa oggi ed ho accettato di cambiare il mio programma solo per forzatura del sopracitato cavallo campione.
Telecronaca di un allenamento svogliato.iniziamo a correre lenti ,ho le gambe stanche ,il respiro corto e la sensazione è che muscolarmente potrei farmi male.Giampy fa un programma che prevede dei ritmi alternati con variazioni sia in ordine di tempo che di velocità,sicuramente divertente.Rimango dietro un pò intimidito dai recenti inni di battaglia enunciati dal prode Giampy.Vederlo correre in questo modo è realmente una sorpresa.I primi allunghi scorrono con facilità sulle pendenze decisamente dolci ed a Giampy si aggiunge la sorpresa Lady N,ricordate l'aperitivo,beh è sempre più vicino e se non ci sbrighiamo ad allenarci la Running Evolution diventerà una società di campioni al FEMMINILE!
Fortuna Angelo a difenderci!
Divagazioni a parte riprendiamo l'allenamento,il mio caratteraccio esce come al solito fuori e non riesco a trattenerlo,ai succesivi allunghi testo il Giampy ed il buon Marzella ,di lui so abbastanza visto che arriva spesso davanti,tutti e due reggono forte ,Angelo con il suo passo costante,Giampy con i suoi ritrovati quadricipidi femorali,impressionanti rispetto a quando li avevo visti tre mesi fa,non è solo questione di panza il suo miglioramento.Corro per intimidire psicologicamente i miei avversari che continuano ad essere attaccati alle calcagna,fuggo,scappo ,scatto,mi riprendono,affanno,sudore,corsa veloce ,risultato?Mi sono proprio divertito,grazie Giampy!

Teresa ha detto...

Ciao Giampy,potrei sentirmi anche un pò messa da parte perchè hai praticamente parlato e ringraziato solo Ugo!Però non lo sono,perchè penso che tutto quello che hai scritto è la descrizione esatta della persona che lui è!(vado a sensazioni).Non parla molto, resta sempre in disparte a fare da osservatore, ma quando qualcuno ha bisogno del suo aiuto è sempre pronto e puoi starne certo che quello che dice è sicuramente quello di cui hai bisogno. Lo conosco solo da poco tempo, però quando una persona è umile come lo è lui va comunque presa in considerazione, per non parlare del fatto che ha corso non so quante 100 km e già per questo è da ammirare!(MA COME FAI!??????)Comunque per quanto riguarda la giornata di ieri, per me è stata un'altra piccola esperienza che, aggiunta alle altre che sicuramente vivrò, mi da la possibilità di capire dove posso o non posso arrivare. é vero ieri sono rimasta sempre dietro, perchè naturalmente il mio passo non ha nulla a che vedere con quello di Ugo, Giampy, ed Angelo, (non nomino Ezio perchè ci ha abbandonati subito...e questo non glielo perdonerò mai!!!)però sono molto contenta di aver corso con persone che pur avendo un ritmo diverso dal mio( perchè loro correvano più di me!!! )mi sono sempre state vicine magari parlandomi ed incoraggiandomi e questo è significativo!Correre per strada, tra i boschi, nei campi in montagna è bellissimo, ma sicuramente lo è ancora di più se trovi persone che ti fanno sentire parte di un gruppo e soprattutto che ti aiutano se ti vedono in difficoltà!!Vi ringrazio per quello che siete e per come mi fate sentire !!! Grazie ancora e W la RUNNING.
Un abbraccio e a presto anzi spero a prestissimo Teresa

Angelo ha detto...

Anche per me, la giornata di mercoledì, è stata molto proficua, sia sul piano atletico che su quello dell'amicizia, per quanto riguarda il primo, devo constatare se vado piano io, o vanno forte Ugo e Giampy, infatti durante gli allunghi sono rimasto sempre dietro con fatica mentre loro sembravano delle gazzelle. Per quanto riguarda l'amicizia spero che la giornata di mercoledì si possa ripetere, perchè correre è bello ma farlo con gli amici lo è ancora di più. Complimenti anche a Teresa che sta diventando sempre più forte, ed a Ezio che lo vedo sempre più in forma.