giovedì 18 dicembre 2008

Piccoli passi.


Il corpo va a cercare quell'equilibrio che non disturbi la gamba operata. tuti i sensi sono allertati per intercettare i più piccoli segnali di dolore. E' un equilibrio instabile, ogni piccolo movimento porta ad uno squilibrio ed ora si avverte un pizzico qui e ora la.

Due notti da incubo, le reni sono spezzate ma io non sono l'Albania e la guerra è finita. Due notti insonni a portare avanti le lancette dell'orologio e a portare la mente oltre il presente. Una passeggiata per tanti ma non per me; per me che posso vantarmi di aver sofferto tante volte, anche se fisicamente molto meno,, per me dicevo è un'altra sfida anche se in forma diversa.


Piccoli passi..le due notti sono passate, il corpo concentra il suo sforzo per aiutare la gamba, quella gamba va mossa!! E allora la lascio scivolare sul letto avanti e indietro fino a capire il limite momentaneo, quello che dovrà essere, appena possibile, superato. Ilmiti e record che nel momento della difficoltà diventano piccole prove di abilità ed ingegno. Come il riuscire a mettersi seduti sul letto senza avvertire dolore, come l'aprire lo sprtello del comodino raggiungendo l'oggetto più lontano. Come il riuscire a recuperare un cavo penzoloni dal muro o come ,infine, riuscire a mangiare senza lasciarsi una briciola addosso.


Piccoli passi.. finalmente la terza notte il corpo si placa e si dorme un po' di più, i fastidi calano ma la concentrazione no, la mente pensa al omani e a quel piede che dovrà toccare terra..


Go Giampy Go! Il piede atterra, formicola tutto, una forza contraria ma dieci volte più forte me lo riporta su, ma l'operazione è avviata. E' un tormento ma due passetti ci escono, la sedia mi sente piombargli addosso, mi ripara e sostiene.

"Muova la gamba! Non la tenga ferma!" Grazie dottore, go giampy go e via di nuovo fino alla finestra e poi via di nuovo fino al bagno, il bastone di uno splendido nonno di ottantasei anni mi da fiducia e forza. Questa notte arriva l'oblio, è già tutto un ricordo, le reni, i tubicini, i punti, la gamba, gli aghi i cerotti e le grida ele luci sempre accese.


Piccoli passi.. ora basta dormire, è l'alba, scendo con la stampella nuova e finalmente esco dalla stanza e arrivo alla stanza accanto e ritorno, go giampy go. Oramai sono in sfida, Massimo parte con il girello e due fisioterapisti al seguito per il corridoio e io mi lancio al suo inseguimentocon la mia stampella nuova fiammante ma stavolta ho con me il Boss nelle orecchie, che carica, che energia, quanto ti amo Boss!! Quante volte mi hai aiutato e anche oggi sei qui a dirmi Go Giampy Go!!


"Domani la mandiamo casa!"..è tutto alle spalle, lo ha certificato il Doctor LOcks! Che traffico ora su questo corridoio, il Giampy vola avanti e indietro per tutto il pomeriggio, lo ha detto il dottore, il mio allenatore di questa sfida. E la stampella? E' già dimenticata dietro il letto, impolverata e testimone di un ricordo, fresco ma ormai solo un ricordo.


Oggi il grazie è tutto per me, per quella mia capacità di saper trasformare la mia apparente fragilità in una costruzione di nuove esperienze ed emozioni. Un ulteriore rafforzamento delle mie possibilità sempre mascherate dal voler avere certezze, dal voler essere voluto bene ed accudito.


Tutti dormono oramai, inizia l'ultima notte, l'ultima di questo viaggio nella propria coscienza e dei propri limiti. Piccoli passi si ma sempre in avanti, come da quarantadue anni a questa parte!!

Go Giampy Go!!


Questi sono stati i miei ultimi giorni, le mie emozioni e sensazioni, i miei tormenti e le piccole gioie. In tutto questo tempo c'è sempre stato l'affetto , la presenza e l'amore di tantissime persone , dalla famiglia agli amici e ai conoscenti. Forse il tipo di operazione non richiedeva tutta questa attenzione, ma il soggetto Giampy sicuramente si!


Grazie quindi a tutti voi, in questi giorni c'è stata anche la conferma e la consapevolezza di essere attorniato da persone splendide!!

21 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Tutta scena, correvi dietro alle infermiere e hai beccato pure qualche vaf...
Ricordo che ho il dovere di sdrammatizare!

Go Giampy go !

Monica ha detto...

nessuno aveva dubbi sulla tua forza...ma, come dice gian carlo, i dubbi restano sui veri motivi delle tue corse in corridoio!

un bacio babe...

Ale_1957 ha detto...

Ben rinato Giampy.... adesso però basta scuse, "alzati e cammina" anzi...corri!!!
Buon Natale Pres.

Pimpe ha detto...

grande Giampy, un passo dopo l'altro e sara' nuovamente corsa!!

Master Runners ha detto...

Giampiero bentornato finalmente!
Vedrai che tornare a correre sarà ancora più bello di prima.

Anonimo ha detto...

Grande Giampy,vedrai sarà tutto un ricordo, si va sempre avanti.
saluti Franco Scaramella

Cristina ha detto...

...bel racconto...un pò visonario: non hai smaltito l'anestesia??

A parte le stronzate: bentornato a casa, ora ti meriti un po' di coccole natalizie e tornerai meglio di prima!

Michele ha detto...

Forza, da quanto ho capito la volontà c'è adesso manca l'allenamento: prendi la cosa come una preparazione alla tua prossima maratona che potrebbe essere la prima corsa anche solo di 2 km. Se no a cosa servono mesi di allenamento se non a forgiare il carattere ?

Marco Bucci ha detto...

Caspita se ti capisco.... ci sono passato pure io...
Pensa.. io non sono abituatoi a fare storie, ne lamentarmi, ma appena oerato pure a me, sdraiato nel letto, il dottore disse che dovevo almeno cercare di sollevare il ginocchio, che allora avevano aperto come un cocomero : niente !!
Non riuscivo a muoverlo di un millimetro, con tutta la buona volonta'....
Che ti fa' 'sta sottospecie di SS ?!?!
Me lo solleva in aria e dopo avermi avvertito, praticamente due secondi dopo, mentre io strabuzzando gli occhi, perche' non credevo lo facesse, me lo lascia a peso morto !!
Dopo un urlo alla Fantozzi, lo riesco a frenare prima che atterri pesantemente sul letto !!!
L'ho odiato e se gli avessi potuto rifilare un papagnone sul grugno l'avrei fatto senza pensarci...
Poi.. da li' e' cominciato il pallosissimo periodo della rieducazione...
Oggi sono solo flebili ricordi come sara' X te...
Forza e Coraggio !! e ti mando un grande abbraggio (rima baciata !!)

Ciaooooooooooo

bibe ha detto...

Bentornato Giampy! Finalmente puoi porti degli obiettivi (la prima corsetta, la prima mezz'ora, la prima ora...) sapendo che raggiungerli e superarli è solo una questione di tempo e pazienza.
Ogni giorno un passettino in più, sostenuto dalla famiglia e dagli amici tornerai presto a correre. Buona strada!

R. Davide ha detto...

Quindi se ho capito bene il dottore ti ha detto espressamente che potevi inseguire le infermiere? cmq a parte gli scherzi son contento che tutto và benissimo! adesso grande recupero e si và avanti. Go!

Karim ha detto...

Ok, quello che andava fatto è stato fatto, nemmeno te ne acorgerai e starai di nuovo sulla strada con le scarpette. Auguroni!

Marco ha detto...

Bentornato tra i bipedi Giampy!!! ;-)
Finalmente le infermiere si sono tranquillizzate ora che quel pazzo in maglietta arancione ha smesso di correr loro dietro... :-)

Siamo con te anche in questa nuova fase della tua vita!
GGG (Go Giampy Go)

Anonimo ha detto...

giampy be good tonight... luciano er califfo.

Francarun ha detto...

che eri un duro lo si sapeva Giampy nessuno dubitava della tua tenacia, i primi passi ormai sono andati, ora cominciano gli allenamenti , quelli veri, quelli che ti terranno in forza. Sorridi sempre Giampy perchè la vita è bella e anche questi moment anche se dolorosi fanno comunque parte della tua vita e dovranno essere un bel ricorno, nel dolore ma un bel ricordo !
sono davvero felice che tu stia superando bene l'intervento, e il Natale ci regalerà tante cose belle , ma anche questo è un bel regalo, te Giampy ! Grazie di essere mio amico e nostro amico è il più bel regalo di Natale !

Danirunner ha detto...

Come diceva qualcuno "alzati Lazzaro e cammina".
GO Giumpy GO!!! Auguri

franchino ha detto...

Il peggio è passato Giampy, un augurio affinchè la convalescenza sia breve e completa.

uscuru ha detto...

e' bello come riesci a trasmette con "carta e penna" le tue sensazioni e le tue emozioni .
go giampy!!

Teresa ha detto...

Ciao Giampy, ora che il problema è risolto spero sinceramente le cose tornino come prima, anzi meglio.
Tutto è andato per il verso giusto , adesso è ora di iniziare a sorridere lasciamoci la tristezza dietro le spalle e guardiamo avanti.Sai come la penso, quindi sono certa che ti rivedrò presto e quel giorno anche tu avrai le scarpette ai piedi.Teresa

Francesco - Carbons.it ha detto...

obbligo: rientrare per la romaostia!

dai scherzo... forza! adesso viene il bello... con grande calma e con grande pazienza e con grande tranquillità e con tutti i sinonimi di queste tre parole ricomincierai a correre e a divertirti...
:-D

albertozan ha detto...

Vai Giampy...siamo tutti con te, un saluto..Alby