lunedì 10 dicembre 2012

Best Woman.




La Best Woman regala sempre un bel vento gelido , un freddo invernale ma per fortuna anche tanti bei incontri pre natalizi. E così finalmente torna alle gare il mio caro Ezio, assieme al suo scudiero Alessandro. Ci si vede coi vecchi amici Blogtrotters per una rimpatriata pre gara. Un bel caffè caldo assieme a Franco e GianCarlo e poi l'immarcescibile Yogi , Brant e un semprecontentodirivederlo Stefano..mi manca l'ultimo nome della foto ma da buon latitante qualcosa mi sfugge eheh..
Salutati tutti gli amici Blogtrotters raggiungo lo squadrone orange della RunningEvolution , oggi siamo ben 95 a gareggiare coi colori arancioni!!! Una bella foto di gruppo e poi l'immancabile cerchio magico col nostro rito Maori e poi via verso la partenza.




Mi ritrovo con Ezio e Alessandro in mezzo al gruppo dei 2300 partenti, non ho proprio idea di come correre, venerdì avevo un po' di mal di gola e un malessere quasi influenzale. Non vorrei partire forte e poi rimanere inchiodato sulle gambe oppure partire troppo piano e poi pentirmene. Come al solito lascio decidere alle mie gambe, solo loro sanno che devono fare; devo solo che assecondarle e così faccio. In un attimo resto orfano di Ezio e Alessandro, le gambe si buttano subito a 5' al km e per oltre due km viaggiano così. In mezzo al gruppone ci si ripara dal freddo e dal vento, è un continuo sorpassare quelli che devono sempre partire in prima fila per poi correre piano. E' un continuo cercare di non farsi tagliare la strada da podisti inesperti e sopratutto menefreghisti, a tale proposito in settimana voglio scrivere un post sull'argomento. Il ritmo aumenta e le gambe rispondono bene, per ripararmi dall'aria fredda che mi entra nei bronchi utilizzo la fascia di pile che si usa per la testa. La metto davanti alla bocca così riesco a scaldare un minimo l'aria prima di entrare in bocca, così la respirazione diventa meno difficoltosa e sento meno fatica. Verso il quarto km mi si affianca Stefano della mia squadra e senza dirci niente ci mettiamo allo stesso passo e scendiamo quasi a 4'30, il passaggio al primo 5000 è in 24'11, mi rendo conto che posso correre sotto i 48' e mi mantengo su quel passo. Il ponte sul fiume ci rallenta come sempre la corsa ma è sempre uno spettacolo attraversarlo, si gira sul lungomare e come sempre il vento contrario ci infastidisce. Ma le gambe reggono anche se dopo l'ottavo mando avanti Stefano perché io il cambio di ritmo oggi proprio non lo ho!! Entro in pista e faccio i 300 metri finali sorpassando parecchie persone, chiudo in 47'21 che mi rende veramente contento perché l'ho fatto senza tanto allenamento e in non perfette condizioni . Ora ,almeno, ho un riferimento per i miei allenamenti, un ritmo su cui lavorare, in poco tempo e senza questo gelo posso già arrivare a fare 45' nei 10 km ma la testa è già proiettata al 3000 di Santo Stefano, gara tutta orange in cui cercherò di battere il mio pb di 11'53.. faremo sapere eheh..e voi che avete fatto in questo weekend podistico? 
Buona strada a tutti!!


8 commenti:

Alessandro Orizio ha detto...

Ehi... ma stai andando alla grandissima!!!! Dove vuoi arrivare?

bbcastelliromani ha detto...

Devo dire che il tremendo freddo ha aiutato anche me, 49:12 con un allenamento sulle gambe da bici, W IL FREDDO!
Luigi Lupoli

10 dicembre 2012 10:03

Master Runners ha detto...

ma che belli che siete...
dentro ovviamente, fuori non ve se pò di proprio BELLI!!!

Anonimo ha detto...

mio we podistico? sabato corsetta, domenica 48 latte de bira in 6 persone: io + amico + 2 donne + fijo 13enne + bebè 4 mesi... ammazza quanto beve er bebè!
luciano er califfo.

Barbara Hazelton ha detto...

Bravo Giampy!!! to ho visto passare e aveva un mezzo pensiero di aggiungerti ma poi hai volato via... Ho fatto in 50.13 cosi non troppo dietro :o}

GIAN CARLO ha detto...

week podistico sai già tutto.

@Califfo, esageri !

Anonimo ha detto...

gianco,
qua hanno inventato le latte mignon, 250ml... tranquillo.
luciano er califfo.

francos ha detto...

Stai riprendendo alla grande,