venerdì 16 gennaio 2009

Il Negriero


C'è una mamma nel piccolo borgo marinaro della Liguria , dove sono cresciuto, che non mi parla da circa vent'anni. Non mi parla perchè mi permisi di dire a suo figlio che era un fannullone, non aveva voglia di allenarsi e che così non avrebbe mai combinato niente.

Il ragazzo era forte, tra i più forti d'Italia, in liguria faceva gara da solo ed era ,della sua età ,tra i migliori quattro d'Italia, lo allenava Giampy, quel Giampy che vi divertite a prendere in giro ma che gli fa piacere avere tutta questa attenzione addosso. Poi partii per militare e il ragazzo cambiò allenatori, la mia voglia di farlo crescere ,anche come persona, non potè andare oltre.

Aveva talento, un futuro tra le mani ma allenatori e genitori pietosi lo fecero smettere e ora è rimasto senza arte nè parte, lui mi saluta sempre quando mi vede, gli fa piacere , ma a sua madre no. Forse l'orgoglio non gli permette di dire che se fosse rimasto tra le mie mani il suo futuro sarebbe stato diverso.

Continuo a ritrovare ragazzi, ormai uomini e donne, che allenavo in quel periodo e tutti mi dicono che ho lasciato un bel ricordo nei loro pensieri. Si divertivano a correre con me e hanno nostalgia di quei tempi, ma ricordano anche la fatica, la durezza di certe salite e le sgridate che prendevano.

Lo dico con sincerità, tornassi indietro farei di tutto per fare l'allenatore a vita, come mestiere , come diletto e come sfogo, 24 ore su 24 a forgiare talenti e costruire macchine da corsa.

Tutta questa passione deriva dal mio allenatore Viglia, il vero Negriero è stato lui, strilli, musi lunghi, agguati notturni per vedere se scansavamo la fatica. Ma poi tante risate, giochi, feste, e l'amicizia oltre la corsa, le foto in spiaggia e i viaggi di piacere...

Ora Ezio mi chiama Negriero ma mi considero solo il figlio del Negriero, e comunque mi piace questo nome e lo faccio mio, mi sento così quando alleno seriamente e ci credo.

Do sempre di me l'impressione del fannullone, di quello che crede poco a tutto, e infatti è così ma se qualcuno mi da la sua disponibilità a farsi torturare io cambio faccia.

E così con Ezio provo a fare il duro, ma è tutto un gioco, da un padre di famiglia di ..anta anni cosa posso pretendere? Qui si parla di roba da 118 eeheheh!! Però è bello provarci a fare qualcosa di importante vada come vada, qualcuno mi dice che se non si migliorerà Ezio alla maratona di Roma sarà una disfatta, tutti mi diranno cose e bla bla bla. Tutte cavolate, mica siamo la Juve o l'Inter, qui siamo amici che vogliono divertirsi bene e fare le cose col sorriso ..sadico del negriero..sulla bocca.

A lui si sono aggiunti Umberto e Lorenzo, ragazzi giovani con voglia di correre, ieri ho allenato Umberto, ha voglia di imparare e mi ha detto cose belle che tengo tutte per me. Ci sono altre persone che vogliono dei miei consigli..gli consiglio di aspettare i risultati di Ezio..heheeh!!

Ok ragazzi, vi saluto , salgo sulla tolda a controllare la ciurma e poi scendo in cambusa a razzolare il rancio ;)

D'altronde a chi è cresciuto con il Rock del Capitano Uncino, miglior nomignolo non gli si poteva dare..

20 commenti:

Mathias ha detto...

negriero Giampy..il lavoro che inculchi ai tuoi discepoli darà i suoi frutti vedrai..l'importante è che traggano dalla sofferenza degli allenamenti fonte di divertimento. Chissà che effetto deve fare allenare..è altrettanto appassionante quanto siglare i record con le proprie gambe! Magari un giorno anche io..

GIAN CARLO ha detto...

Sempre pronto a credere in Ezio.
Quanto a te...pendagio da forca...se scopro che hai copiato...finisco l'opera del coccodrillo !

Pimpe ha detto...

un presidente negriero ? no, dai non ci credo.. :-))
pretenzioso si, negriero non tanto..
pero' chiedo a Ezio... :-)

R. Davide ha detto...

w la sofferenza, uffi fosse per me farei spesso allenamenti massacranti..cmq è tutto rispetto.. come è che si dice..chi disprezza (scherzosamente) compra..

Michele ha detto...

Giampy a proposito di Ezio ho lasciato un commento al suo post sul negriero è meglio se gli dai un'occhiata e prendi le dovute misure :)

Marco Bucci ha detto...

Giampy... non finisci mai di farmi tuffare nel passato di ricordi belli ma faticosi allo stesso tempo...
Umberto Risi, quello dei 3000 siepi per intenderci, era come il tuo allenatore....
Pensa una volta mi fece una parte perche' avovo dato la mano al mio ex-prof di educazione fisica, tal Giorgio Lo Giudice (quello di Miguel), dopo aver terminato una gara, perche' lui era del Cus Roma mentre noi dell' Arca Roma, acerrimi rivali...
A quei tempi era cosi'... o tutto o niente !!

AME ha detto...

belle parole e un bel quadro del passato quando era tutto più ruspante e sembravamo molto più reali di quanto losiamo ora immersi nei vari blog,fb,msn eccecc......io purtroppo on amo l'allenamento sono un fannullone patentato che si diverte solo a faticare in gara però ammiro chi si presta come te Giampy ad addestrare atleti desiderosi di migliorarsi.

Ezio ha detto...

,,,non lo dico a te..che ce lo diciamo tutti i giorni!

Noi ci stiamo divertendo...per quanto riguarda me...tranquilli peggio di come mi allenavo...poi la mia preparazione e' troppo condizionata dal lavoro, la famiglia, le notti in piedi a lavorare etc. ...quindi se non mi miglioro tranquilli...e' tutta salute.

Per quanto riguarda il Giampy...era Mission Impossible...lui le cose le sa' e credo che pochi le farebbero cosi' con passione..ogni giorno mi chiama e vuole spere per filo e per segno come e' andata.
Ora ha altri due discepoli...aspettate i loro risultati...li' si che ci sara' da divertirsi!!!!!

Marco ha detto...

Grande Giampy!!! Tu trasmetti passione e questa e' la cosapiu' importante...
E ricorda che se avrai voglia di torturare qualcuno in futuro io sono pronto!!!!
(mi sto "punendo" sa solo? lo scopriro'!) ;-)

Anonimo ha detto...

Hai un cuore d'oro e ti fingi negriero "...Perché c’è una ciurma di balordi da portare a caccia di nuovi tesori e all’inseguimento di nuovi fantasmi...".

Copiato da http://cuoridabar.blogspot.com/2007/02/il-mestiere-del-capitano.html

Un abbraccio.
Stefano

Teresa ha detto...

Sei molto fortunato Ezio credimi. perchè Ugo a differenza di Giampy non è così ligio al dovere...infatti lui non mi chiama mai, anzi se non sono io a chiamarlo neanche si ricorderebbe che esisto.Lui fa solo i programmi il resto lo lascia fare a me!Sono abbandonata a me stessa...come mi sento sola!!
Ciao Teresa

Francarun ha detto...

Ti sta pure bene la bandana, pari jack Sparrow in versione barba......ma che Ezio sia da 118 è ovvio ci lavora !

ugo ha detto...

Teresa ti guardo anche quando non mi vedi o non mi senti, e poi lo sanno tutti che ti torturo direttamente senza telefono.......fortunata,riesco ancora a starti dietro, qualche volta!!!

runners per caso ha detto...

Oh Giampy te sei di fuori come le pigne

tirignrazio epr l'opportunità che mi hai dato..ma me vai veni' a Roma..cercvo cerco..la running evolution mance ce sta.. ma che cacchio di solidarietà c'avete dalle tu'parti>? come si fa a ancare ad una gara coem quella?

per favore mi sembrate parole parole parole bastaaaaaaaaaaaa
ciaoooooooooooooooooooooooooooooo+
giampone

Master Runners ha detto...

Giampie guarda che Ezio ti drà delle belle soddisfazioni, è un giovane promettente!!!
:)
Siete troppo belli!!
.....sto a esagerà ve?

Nagana ha detto...

Ciao
mi e' piaciuto il tuo ultimo blog. mi ha fatto ripensare a quando facevo (un differente) sport a livello agonistico e ... come credo di vita, per un periodo, prima di dedicarmi a quello che adesso è il mio lavoro.
Una volta mi permisi di dire alla madre di un ragazzo che lo sport era di più e poteva DAVVERO servire nella vita di suo figlio, e che lei deve capire che ci sono cose che un flglio ama dire al suo allenatore più che a mamma.
Si offese (cortesemente) ma la cosa andò avanti, poi le dissi che da come un ragazzo si comporta verso lo sport ed in campo si capiscono molte più cose di quante lei immagini. Se ha autostima, quanto uno sa aprirsi, come affronterà avversità nello studio e nella vita ... nel tuo blog ho rivisto questo e le intensissime giornate con ragazzi che volevano far bene e ragazzi che avevano talento ma non ne avrebbero mai usato un decimo.

Ciao - grazie

Anonimo ha detto...

xxxxxxxxxxxx

Anonimo ha detto...

Non riesco a scrivere sul blog di Ezio quindi posto qui il mio commento
@ ezio: Ma che dici?! Mi spieghi il significato del post?!!!Sinceramente credo tu stia prendendo l'ennesima cantonata...sai come la penso quindi non dico altro!
Teresa

Ezio ha detto...

Teresa..."l'ennesima cantonata"???
alla luce dei fatti non mi sembra...o non c'eri o eri distratta o eri d'accordo....
Mi ha offeso questa tua affermazione quasi piu' della riunione dell'altra sera!!! Renditi conto....

Anonimo ha detto...

Non voglio parlare sul blog...non ero d'accordo con nessuno ,solo io non l'ho letta nel modo in cui tu invece l'hai intesa!Comunque nessun problema hai fatto la una scelta e ame sta bene, anche se non la condivido!